Menu Chiudi

Come sterilizzare il Biberon

L’igiene è un punto fondamentale da cui partire per far vivere il nostro bambino in un ambiente sicuro e pulito soprattutto nei primi mesi di vita. Di certo sappiamo che non potremo garantirgli un ambiente sterile, da sala operatoria, ma dobbiamo comunque impegnarci affinché il livello di igiene sia il migliore possibile.
Per questo dobbiamo assicurarci che i nostri figli bevano da un biberon perfettamente pulito e privo di germi e affinché questo possa accadere, ogni volta che lo allattiamo, dobbiamo adottare le giuste misure.
I metodi da noi utilizzati sono principalmente 3 e tutti richiedono che il biberon sia stato lavato a mano solo con acqua corrente:

  • Sterilizzazione al microonde
  • Sterilizzazione elettrico a vapore
  • Sterilizzazione con pastiglia
  • Sterilizzazione con acqua bollente

Sterilizzazione al microonde:

Esistono in commercio degli oggetti chiamati sterilizzatori da microonde. Si tratta di contenitori che si riempiono di un certo quantitativo acqua e dove si mettono le componenti del biberon.
Questo viene poi inserito nel microonde, ed in base alla sua potenza, resterà al suo interno per 5/10 minuti.
Il funzionamento è molto semplice: il calore trasforma l’acqua in vapore che a sua volta sterilizza ciò che vi è contenuto.

Di seguito vi proponiamo alcuni prodotti che riteniamo siano quelli più pratici. Ricordate di verificare lo spazio interno del vostro microonde!


Sterilizzazione elettrico a vapore:

Se non si possiede un forno a microonde, oppure questo risulti piccolo o semplicemente per motivi di spostamento non si vuole essere legati al forno a microonde, una ottima e consigliata alternativa sono gli sterilizzatori elettrici a vapore.
Quelli che riteniamo i migliori per qualità/prezzo sono:


Sterilizzazione  con pastiglia:

ci sono diversi modi per sterilizzare i biberon o ciucci ed il metodo da noi applicato più frequentemente si basa sull’utilizzo di pastiglie effervescenti che si sciolgono in acqua.
In pratica prendiamo un contenitore abbastanza largo e capiente da poterci mettere il biberon e lo riempiamo d’acqua (la quantità è indicata nelle istruzioni del prodotto utilizzato) e dentro ci sciogliamo la pastiglia.
Una volta sciolta, prendiamo il biberon e lo sciacquiamo per bene sotto l’acqua per togliere i residui di latte; solo ora possiamo immergerlo nella soluzione preparata.
Questa soluzione solitamente deve essere cambiata ogni 2/3 giorni e prima di ogni utilizzo si consiglia di sciacquare per bene il biberon.


Sterilizzazione con acqua bollente:

Questa pratica sicuramente è quella più datata e conosciuta da tutti ma nonostante ciò risulta una valida alternativa nel caso in cui siamo sprovvisti sia di pastiglie che di microonde.

La procedura è molto semplice basta seguire questi punti:

  • Prendiamo una pentola perfettamente pulita e abbastanza capiente che possa contenere facilmente ciò che abbiamo intenzione di metterci al suo interno.
  • La riempiamo di acqua (meglio se già calda così da abbattere i tempi di bollitura).
  • Accendiamo il fuoco e aspettiamo che l’acqua inizi a bollire.
  • Nel frattempo dobbiamo sciacquare molto bene gli oggetti che vogliamo sterilizzare facendo attenzione che non vi siano residui di latte, biscotti etc… smontate tutto il biberon!
  • Una volta che vediamo l’acqua bollire, immergiamo piano tutti gli oggetti da sterilizzare facendo molta attenzione che questi non vengano in contatto con il fondo della pentola, in quanto si potrebbero deformare le plastiche degli oggetti immersi.
  • Devono passare almeno 10 minuti affinché un oggetto possa definirsi “sterilizzato”
  • Per prendere gli oggetti, cercate di raccoglierli dalla parte esterna quella che non viene a contatto con la bocca del bambino.